Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Precariato Riassunto della situazione per assunzioni e stabilizzazioni.

Riassunto della situazione per assunzioni e stabilizzazioni.

Situazione al 10 novembre 2008 stimata dai Rappresentanti del Personale in seno al C.D. partendo dal testo del Decreto Legge Gelmini del 6/11/08.

   

Testo del Decreto Legge 10 novembre 2008 n.180 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.263 del 10-11-2008

 

Pianta organica

l'Art 1, comma 9 esclude gli EPR dal taglio del 10% imposto dall'art. 74 della legge 133/08. Questo comporta che:

 

1) Non ci saranno problemi per le assunzioni pendenti, quindi potremo arrivare a 1870 unità a tempo indeterminato entro fine anno.

2) Negli anni prossimi potremo assumere nei limiti del turnover. Per il 2009 il limite sarà ancora sul budget, mentre dal 2010 ci sarà il doppio limite di budget e unità.

3) Dovremmo poter bandire già da quest'anno, previa definizione delle modalità di concorso, i posti da ricercatore a tempo indeterminato, già attesi per l'estate e poi sospesi per la riduzione della pianta organica (circa 20-25 posizioni di cui 3 per la ripartizione dei 7.5 M€ per assunzioni straordinarie di ricercatori).

4) dovremmo poter accedere a parte dei rimanenti 22.5 M€ (per un totale di 30), che andrebbero ripartiti entro fine anno. Questi permetterebbero di assumere personale ricercatore anche oltre il suddetto turnover ma sempre entro i limiti della pianta organica.

 

Stabilizzazioni

Il Decreto Legge Gelmini cambia poco le cose. Attualmente i limiti principali sono imposti dalla Circolare Nicolais di aprile (che aveva sancito la fine delle stabilizzazioni entro fine 2009) e dalla legislazione precedente alla 133/08, che stabiliva, per gli EPR, il limite del 40% del turnover in termini di budget, quindi comunque 40-50 unità al massimo nel 2009, a fronte di oltre 100 persone in lista. Da questo punto di vista il disegno di legge 1441-quater, nella sua forma attuale  (come approvato dalla Camera e ora in attesa di discussione al Senato) si limita ad anticipare la fine del processo a giugno 2009. In ogni caso, dovrebbe essere autorizzata entro giugno l'assunzione per il 2009 del personale stabilizzabile consentito. Una volta concluso il processo di stabilizzazione, non sarà più possibile mantenere in servizio su fondi ordinari il personale non ancora stabilizzato (salvo assumerlo con nuovi contratti a tempo determinato).

 

           

            Merita una lettura più attenta dell'art. 7 (ex. 37-bis) del 1441-quater che al comma 1 dice:

"...sono in ogni caso fatte salve le procedure di stabilizzazioni in corso, per le quali si sia proceduto all’espletamento delle relative prove selettive alla data di entrata in vigore della presente legge. Tali procedure di stabilizzazione devono in ogni caso concludersi entro il 30 giugno 2009 ". Resta da chiarire il senso di "fatte salve".

            Inoltre, sempre l'art. 7, al comma 3 prevede che si possano fare concorsi con riserva di posti (fino al 40%) per il personale con i requisiti per le stabilizzazioni, mentre il comma 4 prevede che si possano fare concorsi con punteggio aggiuntivo per il personale di cui al comma 3 e per quello che abbia ricoperto posizioni di Co.Co.Co. per almeno tre anni nel quinquennio antecedente il 28 settembre 2007.

           

Si tratta comunque di un disegno di legge ancora in iter di approvazione e quindi passibile di ulteriori modifiche.

 

Azioni sul documento
« settembre 2017 »
settembre
lumamegivesado
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930