Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Consiglio Direttivo RELAZIONI CD Relazione sul Consiglio Direttivo del 28 ottobre 2005

Relazione sul Consiglio Direttivo del 28 ottobre 2005

INFORMAZIONI
 
Il Vice Presidente prof. Giovanni Ricco ha presieduto i lavori iniziali del Consiglio Direttivo poiché il Presidente è stato convocato ad una riunione del Comitato di Settore presso l'Istituto Superiore di Sanità.
 
BILANCIO 2005
Il prof. Benedetto D'Ettorre Piazzoli ha illustrato la delibera relativa alle variazioni al "Bilancio di Previsione per l'Esercizio Finanziario 2005" ed al relativo Addendum "Analisi Programmatica e Funzionale della Spesa".
Viene chiarito che il decreto legge n.211 del 17/10/05 (taglia spese) fa riferimento alla situazione di Bilancio al 19 ottobre u.s. e pertanto, le variazioni deliberate non influiranno sull'ammontare del taglio che è già stato quantificato (10% rispetto lo stanziamento per acquisti di beni di consumo) e che andrà in avanzo congelato da restituire al ministero del tesoro. Questo avanzo non sarà restituito all'Ente e si aggiunge al taglio del 2 % sul totale. La combinazione di questi fattori comporterà una riduzione del bilancio dell'Ente per il prossimo anno di circa 11 M€.
Si tratta di una contrazione delle potenzialità di ricerca dell'Istituto e sarà evidenziata al MIUR.
 
REGOLAMENTO CONTO TERZI
Nella discussione in Direttivo emergono dubbi applicativi connessi all'attuazione del conto terzi nell'Istituto pertanto, pur essendoci unanimità sulla necessità che l'Ente si doti di un regolamento, si ravvisa l'opportunità di deliberare nella prossima seduta per consentire eventuali perfezionamenti.
Allo stato attuale la bozza di regolamento prevede che l'utile, ovvero quanto rimane una volta pagati tutti gli oneri, le imposte, le spese (sia generali che della Struttura interessata) e l'eventuale proprietà intellettuale, non sia inferiore al 16,6% del corrispettivo ricevuto dall'Ente. Di questo utile non meno del 30% andrà sui fondi per il trattamento di salario accessorio, il resto andrà alle persone direttamente interessate all'attività.
 
RINNOVO DEL CONTRATTO
Il Consiglio Direttivo ha ricevuto una delegazione della manifestazione Sindacale proclamata per l'occasione in Piazza dei Caprettari al fine di protestare contro il mancato rinnovo del contratto.
È stato distribuito ai Componenti del Direttivo il volantino allegato ed hanno preso la parola:
Paolo Saracco per la Flc-CGIL, Giuseppe De Biase per la Fir-CISL e Americo Maresci per la UIL-PA.
 
Sono state affrontate le seguenti tematiche inerenti al rinnovo contrattuale:
 
- la modifica dell'ordinamento tesa al riconoscimento delle professionalità
- la soluzione del problema del precariato, 
- l'adeguamento del salario 
- le relazioni sindacali.
 
Sono stati sollevati, inoltre, alcuni argomenti specifici dell’INFN.
 
Il Presidente ha affrontato le tematiche contrattuali riservando ad un prossimo incontro con le OO.SS. l'approfondimento delle altre prevedendo, a tal fine, l'eventualità di un suo intervento nella prossima riunione di trattativa decentrata.
Ha comunicato che nella mattinata si è riunito il Comitato di Settore che, esaminata la bozza di CCNL, ha espresso soddisfazione per la disponibilità di un testo articolato ravvisando, tuttavia, la necessità di modifiche migliorative e integrative dello stesso.
Il Comitato intende ribadire meglio i contenuti dell'atto di indirizzo intervenendo sul testo ed ha chiesto, a tal fine, un incontro urgente con l'ARAN.  .
 
Al momento la bozza prevede l'organico unico sia per i Tecnologi che per i Ricercatori.
La possibilità di accedere ai livelli I e II mediante concorsi interni per i quali l'Ente prevede di utilizzare criteri di selezione per merito con garanzie paragonabili a quelle dei concorsi pubblici al fine di evitare l’insorgere di 2 categorie di Personale Tecnologo e Ricercatore (vincitori di concorso interno e di concorso esterno).
Il Presidente sottolinea l'importanza per l'Istituto di mantenere l'accesso dall'esterno al fine di non isolare l’Ente nella Comunità scientifica.
 
Stimando che il percorso di formazione di un Ricercatore costi alla collettività circa 0,5 M€ il Presidente evidenza come i circa 600 Ricercatori precari dell'INFN rappresentino un investimento enorme da non vanificare, per questo l'Ente auspica l'approvazione di 2 emendamenti alla Finanziaria 2006 che permetterebbero di svincolare le assunzioni dall'apposito fondo del ministero facendole gravare sul bilancio dell'Ente.
 
Si vorrebbe utilizzare lo stesso criterio delle Università (anche se con l'ulteriore vincolo della pianta organica) che si regolano in base al proprio budget interno.
 
Per il Personale Amministrativo e Tecnico è prevista la riduzione degli anni di permanenza nel livello necessari per poter partecipare ai concorsi per la progressione di carriera. Dal 2003 è previsto per tutto il Personale il conglobamento dell'IIS (contingenza) nello stipendio base.
 
Dopo l'incontro con la delegazione il Presidente si è soffermato sul rinnovo del contratto in quel ambito sono intervenuto chiedendo se fosse prevista nell’atto di indirizzo un'indicazione che potesse contribuire alla soluzione della disparità di trattamento tra il Personale INFN assunto prima e dopo il 20 dicembre 1993.
Il Presidente ha risposto che ha portato la questione all'interno del Comitato di Settore ma l'argomento ha incontrato l'opposizione dei Presidenti degli altri enti che si sono rifiutati di sollevare nell'atto d'indirizzo una questione specifica dell'INFN. Auspica che in fase di trattativa il problema possa emergere stimolato anche da soggetti esterni all'Ente.
 
ASSUNZIONI
Il Presidente informa che sulla questione ha sentito i Rappresentanti nazionali del Personale che gli hanno riportato quanto emerso nelle loro Assemblee. Ha apprezzato che la questione sia stata posta come problematica che riguarda tutto l’Ente.
Sull'argomento la Giunta ha deciso di chiedere una modifica della deroga ricevuta dal ministero per poterla utilizzare esclusivamente per i vincitori dei concorsi a Primo Tecnologo e Primo Ricercatore deliberati a fine 2003.
Dato che l'importo ricevuto con la deroga è comunque insufficiente ad assumere le posizioni ivi indicate (perfino considerando il costo minimo di ciascuno profilo) il Personale, una volta approvata la modifica della deroga, sarà assunto con il seguente criterio:
- viene suddiviso il budget pari a € 571.600 in modo direttamente proporzionale al costo reale dell'assunzione di tutto il Personale dei 2 profili;
- si formano all'interno dei suddetti profili le graduatorie sulla base dell'anzianità di ruolo fino ad esaurimento dei fondi;
- le risorse residue dalle due liste verranno utilizzate per assumere un'ulteriore posizione scelta tra tutti gli esclusi dalla precedente operazione considerando ancora l'anzianità di ruolo;
- i vincitori già titolari di contratto a tempo determinato verranno inseriti a "costo zero" nella richiesta di deroga con le opportune novità atte a soddisfare i criteri di un reale assenza di oneri all'atto dell'assunzione;
- viene chiarito che non esiste differenza tra vincitori e idonei poiché questa differenza esisteva solo all'interno della graduatoria non ancora approvata, mentre nella delibera sono tutti indicati come vincitori.
 
Con questa operazione rimarrebbero ancora da assumere circa 8-9 ricercatori e 3 tecnologi.
 
Nella discussione sull'argomento è emerso che poteva essere utile approfondire se e come altri enti fossero riusciti ad aver riconosciute assunzioni di Personale a tempo determinato a "costo zero".
 
Da parte mia ho evidenziato che al III livello sono attualmente inquadrati circa il 50% dei Ricercatori ed il 72% dei Tecnologi e come la cosa sia solo parzialmente imputabile ad una diversa anzianità media nel livello.
 
Per il restante Personale vincitore di concorso, assunto con contratto a tempo determinato in scadenza nel prossimo anno, il Presidente ha ribadito la volontà dell'Ente di prorogare o rinnovare tutti i contratti in tempi rapidi. A tal fine è in corso un'analisi della situazione caso per caso, che sarà comunicata nei prossimi giorni ai Direttori.
 
SITUAZIONE LNGS
Il costo complessivo della prima tranche dei lavori ammonta a 89 M€ dei quali sono disponibili 62M€ ( 52 Anas e 10 INFN ).
L'INFN farà fronte a 4M€ dei 27 mancanti e per la rimanenza c'è l'impegno da parte della Protezione Civile.
I lavori dovranno essere conclusi rapidamente poiché è in programma la riapertura dell'autostrada per l'inizio del 2006.
 
Sono emerse preoccupazioni dovute alla prossimità della data prevista per la fine dei lavori e la mancanza ad oggi di 23 M€.
Viene precisato che qualora arrivino i fondi necessari i tempi saranno rispettati. L'apertura dell'autostrada è comunque prioritaria e nell'ipotesi peggiore questa riaprirebbe con le opere per il Laboratorio non ancora completate. Va considerato che la Protezione Civile non intende chiudere l'emergenza senza la risoluzione dei problemi, inoltre, nella prima metà di novembre il Presidente si incontrerà nuovamente con il Commissario.
 
Emergono le seguenti priorità nei lavori da comunicare al Commissario
- impermeabilizzazione (praticamente completata)
- tubo di scarico (completamento previsto entro la fine dell'anno)
- ventilazione
- raffreddamento
 
Si evidenzia che in questa fase di discussione della finanziaria potrebbero essere previsti i nuovi impegni di spesa e che pertanto, anche il semplice stanziamento dei 23M€ su fondi garantiti potrebbe mettere le ditte in condizione di proseguire i lavori.
 
Il Commissario ha affidato a dei tecnici un'indagine sull'inquinamento idrico dalla quale è emerso che il vero problema per gli acquedotti di Teramo e l'Aquila è costituito dall'autostrada (è stato versato del colorante in autostrada che è stato ritrovato negli acquedotti con concentrazioni tali da rendere marginale l'incidente nei Laboratori).
Questo riabilita l'immagine del Laboratorio che esce così da una situazione avversa.
 
Per la 2a tranche dei lavori si prevede un costo paragonabile alla prima (complessivamente sono158 M€ )
Ci sono opere che interessano l'INFN come la terza via di fuga per il Personale che lavora nei Laboratori (by pass sopra i fornici) ma non è previsto un ulteriore impegno finanziario dell'Ente.
 
NUOVO SISTEMA INFORMATIZZATO
E' stato contattato un esperto di sistemi informatici per la P.A. che ha preso visione sia della gara d'appalto che del sistema fornito dalla Bull.
Verrà stilato un preventivo di azione individuando cosa utilizzare del sistema, cosa si può richiedere di modificare alla Bull e le parti che l'Ente dovrà sistemare al suo interno. Inizierà in tal senso il lavoro di una squadra composta da esperti esterni e Personale INFN.
Non verrà abbandonato il vecchio sistema finché non sarà in funzione quello nuovo e quindi, per il 2006, si partirà con il sistema attuale per approdare al nuovo entro la fine dell'anno.
Ci sarà un resoconto sulla revisione effettuata ed il programma di formazione partirà con il sistema nella versione finale.
 
CONCORSO PER L'ASSUNZIONE DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO
Le Commissioni di concorso sono così composte:
 
Gr. I
F. Ferroni (Roma I), Presidente
C. Voci (Padova)
P. Giannetti (pisa)

Gr.II
F. Ronga (LNF), Presidente
F. Bobisut (Padova)
E. Meroni (Milano)

Gr.III
A. Bracco (Milano), Presidente
G. Pappalardo (Catania)
E. Chiavassa (Torino)

Gr.IV
G. Marchesini (Milano), Presidente
W. Alberico (Torino)
R. Pettorino (Napoli)

Gr.V
U. Bottigli (Sassari), Presidente
L. Calabretta (LNS)
M. Diemoz (Roma I)
 
Gli esami scritti si terranno nei giorni 15-16 novembre (gr. III), 16-17 novembre (gr. I, II e V), 17-18 novembre (gr. IV). Le selezioni si dovrebbero concludere all'inizio di dicembre, e le relative assunzioni (dopo l'assegnazione delle sedi da parte della Giunta) saranno deliberate nel Consiglio Direttivo di fine anno, rinviato per lo scopo al 20 dicembre.
 
I Presidenti delle Commissioni coincidono con quelli delle relative Commissioni Scientifiche, il numero di 3 componenti dovrebbe favorire l'agilità dei lavori.
Il Presidente ha riconosciuto lo sforzo enorme che occorrerà per concludere l'esame di circa 600 domande in meno di un mese e mezzo.
 
ROAD MAP
La road map dell'INFN rappresenta l'elaborazione delle prospettive di attività dell'Ente nel prossimo decennio. Alla sua stesura stanno lavorando il Presidente, la Giunta, i Direttori dei Laboratori nazionali ed i Presidenti delle Commissioni scientifiche nazionali.
Il prossimo 1 e 2 dicembre si riuniranno a Frascati per raccogliere le indicazioni emerse dai lavori all'interno delle Commissioni Scientifiche e nell'occasione saranno presenti anche gli Esperti, che hanno contribuito alla elaborazione delle linee di indirizzo, indicati dalle Commissioni stesse.
 
La discussione scientifica intorno al Linear Collider è molto vivace, durante la riunione di ECFA, nella quale sono state discusse le prossime tappe del progetto, Frascati è stata citata più volte come possibile sede dello stesso. In quella sede è risultato evidente che altri investono molto in R&D (ci sono agenzie che investono 20M€) l'Istituto investe circa 0,8 M€ (finanziamento NTA).
Poiché riguarda più esperimenti, NTA non sarà più un "Progetto speciale" ma un "Progetto strategico" che interesserà tutto l'Ente in modo trasversale ai Gruppi.
Sarà  seguito da un Membro di Giunta e riguarderà sia il Linear Collider che il FEL con l'intento dell'Ente di aumentare le risorse.
 
UTILIZZO TELEFONIA MOBILE 
E' stata consegnata la bozza di "Provvedimento per l'utilizzazione delle apparecchiature di telefonia mobile dell'INFN"
nel quale sono previste 2 tipi di apparecchiature: "abilitate OPEN" (Italia/estero) e "RAM" (Rete Aziendale Mobile).
Il servizio RAM potrà essere attivato dai Direttori che possono autorizzare all'uso di telefoni cellulari di servizio Personale dipendente o associato afferente alla propria Struttura per esigenze di pronta e costante reperibilità sia a carattere permanente che di breve durata.
 
Nella sessione pomeridiana il  dott. Francesco Forti ha relazionato al Direttivo su: Computing degli esperimenti di LHC
 
 
 
DELIBERE
 
 
RINNOVO CARICHE
Il prof. Enrico Onofri è stato nominato Responsabile del Gruppo Collegato di Parma.
Il prof. Ignazio Lazzizzera è stato nominato Responsabile del Gruppo Collegato di Trento.
 
INDENNITÀ PER ATTIVITÀ FUORI SEDE
Sono stati deliberati i progetti ed esperimenti che rientrano nelle attività previste dagli articoli 7, comma 1, lett. m) e 13 del Contratto Collettivo Nazionale Integrativo dell'INFN per la corresponsione nell'anno 2005 dell'indennità giornaliera ivi prevista e sono cosi individuati:
- LABORATORI NAZIONALI DI LEGNARO, FRASCATI, DEL SUD E DEL GRAN SASSO
Attività connesse con la preparazione ed esecuzione di esperimenti di fisica subnucleare, nucleare e astroparticellare da attuarsi presso i Laboratori Nazionali
- SITO DI CAPOPASSERO (SR)
Attività connesse con i lavori di realizzazione del Laboratorio a terra per il progetto NEMO
 
INDENNITÀ DI RESPONSABILITÀ
E' stata deliberata la corresponsione dell'indennità ai Responsabili delle seguenti articolazioni del LNGS:
 
Divisione Tecnica e dei Servizi Generali
- Servizio Magazzino
- Ufficio di Segreteria
- Reparto servizi generali
 
Servizio Amministrazione
-Ufficio contratti ed import-export
-Ufficio affari del Personale
 
PRIVACY
E' stato approvato il "Regolamento di attuazione degli articoli 20 – comma 2 – e 21 del D.L. 30/2003 n.196 relativo alla individuazione dei dati sensibili e giudiziari nell’INFN” al fine di aggiornare il precedente Regolamento (delibera N.7007 del 30.11.2000) in ottemperanza alle modifiche intervenute alla legge sulla privacy con il suddetto decreto legislativo. Il Regolamento deliberato ha ricevuto il parere favorevole del Garante.
 
CONVENZIONI
- approvazione della Convenzione di ricerca - Research Agreement tra l'INFN e la Material Scienze Division dell'Argonne National Laboratory.
- approvazione dello Statuto del Consorzio Criospazio Ricerche e proroga di 5 anni del Consorzio stesso
- approvazione costituzione Associazione Temporanea di Scopo e del relativo progetto "PEGASO - PotEnziamento di reti Geofisiche e Ambientali SOttomarine" tra INFN e Regione Sicilia
- approvazione schema di "Disciplinare per la definizione dei rapporti tra la Regione Sicilia - Assessorato Industria - e l'INFN per l'attuazione dell'Intervento "Trinacria Grid Virtual Laboratory" (TRIGRID)
- approvazione "Memorandum of Understanding concerning the LEDA Collaboration" tra INFN e il Thomas Jefferson National Accelerator Facility (TJNAF)
 
 
- radiazione di materiale inventariabile della Sez.Genova
- ratifica disposizione presidenziale relativa al congelamento del 10% della quota di stanziamento per acquisti beni di consumo e servizio accertate alla data del 19 ottobre 2005 pari a 6.582.038,37 euro ai sensi del D.L. n.211 del 17.10.2005
- variazioni all'Addendum "Analisi Programmatica e Funzionale della Spesa": convenzioni e scambi internazionali
 
 
- assegnazione n.4 contratti ai sensi dell'ex art.23 - comma I e II  D.P.R. 171/91 (BO, LE, ROMA T.V. e LNF)
- assegnazione n.3 contratti ai sensi dell'ex art.36 - D.LGS. 165/2001(MI, PD e PV)
- assegnazione n.3 contratti ai sensi dell'ex art. 15 - comma IV lettera a) del CCNL 94-97 (ROMA)
- assegnazione di un contratto ai sensi dell'ex art. 15 - comma IV lettera b) del CCNL 94-97(LNF)
- proroga di un contratto ai sensi dell'ex art. 15 - comma IV lettera a) del CCNL 94-97 (PI)
- proroga n.3 contratti ai sensi dell'ex art. 15 - comma IV lettera b) del CCNL 94-97 (LE, LNF e A.C.)
- individuazione progetti ed esperimenti per attribuzione indennità giornaliera per il 2005 prevista nel Contratto Collettivo Nazionale Integrativo dell'INFN
- emissione bando di concorso per un assegno di ricerca scientifica da usufruire presso la Sez.Firenze nell'ambito del Contratto ASI n.I/R/060/04
- emissione bando di concorso per un assegno di ricerca scientifica da usufruire presso la Sez.Roma Tor Vergata nell'ambito del Contratto ASI n.I/R/060/04
- emissione bando di concorso per un assegno di ricerca scientifica da usufruire presso i LNL
- emissione bando di concorso per un assegno di ricerca tecnologica da usufruire presso la Sez.Cagliari
- emissione bando di concorso per un assegnazione n.10 sovvenzioni (ex Borse) per neolaureati in Fisica
- attribuzione indennità di responsabilità ai Responsabili di alcuni servizi e uffici della Divisione Tecnica, dei Servizi Generali e del Servizio di Amministrazione dei LNGS
- non accolte n.2 richieste di dipendenti per il trattenimento in servizio fino al 70° anno di età (G.C.Messina e PI)
- autorizzazione congedo straordinario dipendente Sez.Bologna presso il CERN
- modifica compenso lordo relativo a contratto d'opera ai sensi degli artt.2222 e seguenti del codice civile (LNL)
- assegnazione contratto ex art.23 presso Sez.Roma Tor Vergata nell'ambito del contratto n.RII3-CT-2004-506222 con la Comunità Europea (progetto ILIAS)
- assegnazione contratto ex art.23 presso Sez.Perugia nell'ambito del contratto ASI n.I/021/05/0
- stipula n.2 contratti d'opera ai sensi degli artt.2222 e seguenti del codice civile (GE, PD)
- stipula n.10 contratti d'opera ai sensi degli artt.2222 e seguenti del codice civile (fondi esterni) (BA, MI, PG, PI, TO LNF, LNS e 3 CNAF)
Azioni sul documento
« settembre 2017 »
settembre
lumamegivesado
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930